Bacche di Goji in cucina: le migliori ricette per dolci

Le bacche di Goji stanno diventando un alimento sempre più ricercato ed utilizzato.
Il motivo della loro sempre più crescente diffusione non è solo perché esse sono ricche di sostanze nutrienti e benefiche per l’organismo ma anche perché queste bacche sono piuttostto saporite.

Cosa sono le bacche di Goji

Le bacche i Goji sono frutti tipici della regione del Tibet.
La pianta che dà origine a questi frutti appartiene alla famiglia delle Solanaceae e cresce spontaneamente in natura.
Le bacche sono di piccolissime dimensioni e dalla forma leggermente allungata, di colore rosso porpora.
All’interno vi sono i semi, anch’essi commestibili.
Questo frutto orientale ricorda il nostro peperoncino per forma e colore.
Le bacche di goji sono da provare perché hanno diversi nutrienti e proprietà benefiche: ben 18 aminoacidi, di cui 9 sono essenziali per il nostro organismo, betacarotene e luteina, antiossidanti come l’acido linoleico, polifenoli, flavoinoidi, e nutrienti capaci di rafforzare il nostro apparato cardio circolatorio.
Questi frutti, inoltre, rafforzano il sistema immunitario ed essendo ricchi di ferro e sali minerali sono particolarmente indicati a chi soffre di anemia oppure a tutti coloro che vivono situazioni di particolare stress fisico o psicologico.
Le bacche di Goji sono da provare anche perché aiutano a ridurre i livelli di colesterolo, se assunte giornalmente con una certa regolarità nella dieta alimentare.
Anche chi vuole dimagrire deve provarle perché favoriscono la perdita di peso.

Le bacche di Goji in cucina

Il sapore inconfondibile delle bacche di Goji li rende molto amate, non solo da gustarsi così, una dopo l’altra senza aggiunta di altri ingredienti, ma anche da utilizzarsi per arricchire numerosi piatti.
Sono adatte ad insaporire e dare un tocco di estro ed esoticità ad ogni genere di pietanza, sia essa dolce oppure salata.
A seconda dei gusti, della creatività di ognuno vi sono diverse ricette in cui inserire le bacche di Goji, ecco qualche idea:
bacche di goji da provare nelle insalate: lasciatele in ammollo in acqua tiepida per renderle più morbide, oppure utilizzatele così come sono con la loro croccantezza. Esse sono perfette con ortaggi a foglia verde, carote o finocchi, magari con l’aggiunta di dadini di mela verde.
– Risotti: fate tostare le bacche di Goji nel soffritto di aglio e cipolla, poi sfumate con un po’ di vino bianco e procedere la cottura del riso come di consueto. Il risotto con l’aggiunta di queste bacche assumerà un sapore davvero goloso.
– Bacche di Goji da provare al posto dell’uvetta: nella preparazione di ogni tipo di dolce, dal plumcake alle torte, biscotti o quant’altro si voglia, queste bacche si prestano ad ogni ricetta. Basta aggiungerle nell’impasto e poi procedere ad inserire tutti gli altri ingredienti che il dolce scelto richiede, infornare e avremo un dessert davvero speciale.
– Tisane: questi frutti si prestano molto bene alla preparazione di tisane e decotti. Basta aggiungerle all’acqua in ebollizione e lasciare in infusione, a fuoco lento, per pochi minuti. Prima di consumare la tisana è bene lasciare decantare le bacche ancora per 5 minuti a fuoco spento.
– Frullati: non c’è davvero nulla di più sfizioso di un bel frullato di frutta o un centrifugato di verdura e bacche di Goji. Si adattano bene all’arancia, alla mela, al latte di mandorle, al sedano, alla carota. Chi preferisce una consistenza cremosa può aggiungere dello yogurt.
– Pesto con le bacche di Goji: semplicemente extra-ordinario è perfetto per condire la pasta oppure per essere utilizzato come una salsina adatta ad insaporire patate, carni bianche, rosse o pesce. Prima di essere aggiunte a tutti gli altri ingredienti del pesto le bacche vanno messe in ammollo per essere ammorbidite e poi strizzate bene. Di seguito bisogna tritarle assieme al basilico, pinoli, aggiungere olio extra vergine di oliva e pecorino e si avrà un pesto saporito dal retrogusto esotico e goloso.

0/5 (0 Reviews)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *