SPAGHETTI ALLE VONGOLE…PRIMA IMPARIAMO A LAVARLE

Oggi più che una vera e propria ricetta vi voglio insegnare un trucco (o più di uno) per lavare le vongole e portare quasi 0 il rischio di trovarne una con la sabbia nel piatto….


Partiamo dal principio, le vongole che acquistate in pescheria o ai supermercati, e che vengono vendute nelle retine, sono già passate nello stabulario, e quindi hanno già spurgato (stessa cosa vale per tutti i molluschi bivalva). Quando le acquistate controllate che siano vive.


Ora che ve le siete portate a casa dovete lavarle!


Preparatevi un colapasta, un tagliere o una grande ciotola di plastica e …si comincia!!!!!


Aprite la vostra retina e rovesciate le vongole nel lavello, sotto acqua corrente fredda cominciate a mescolarle e sbatacchiarle, vedrete che alcune perderanno sabbia e si apriranno, bene, queste le eliminate.


Continuate l’operazione finchè l’acqua non sarà pulita. Ora prendete un pugno di vongole e sbattetele sul tagliere o nella ciotola, se nessuna perde sabbia o si apre potete riporle nel colapasta. Può capitare che qualche vongola piena di sabbia non si apra nemmeno così…volete avere la certezza? Bene, prima di mettere nel colapasta la vostra manata di vongole passatela , tenendo le mani a coppa, sotto acqua corrente fredda, scuotetele un po’ se sentite un suono vuoto cercatela ed eliminatela.


Ora prepariamo gli spaghetti!


INGREDIENTI:


Olio extravergine di oliva


Vino bianco


Prezzemolo


Peperoncino (a chi piace)


Aglio o scalogno se vi va (io non lo uso)


Intanto che mettete su l’acqua per cuocere gli spaghetti prepariamo le vongole.


Mettete in una padella l’olio, il peperoncino e l’aglio se vi va (io lo lascerei in camicia per poi toglierlo), fate scaldare e mettete le vostre vongole in padella. Quando sentirete sfrigolare sfumate col vino bianco (versatelo lungo i bordi della padella, non al centro). Cospargete di prezzemolo. Scolate i vostri spaghetti al denti e fateli finire di cuocere nel sughetto delle vongole.


Buon appetito!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *